IL CONTATTO VISIVO

Incrocio di sguardi o CONTATTO VISIVO si instaura tra due persone dal primo incontro. Guardare negli occhi significa esplorare chi abbiamo davanti perché si ha la percezione dello stato d’animo altrui. Quando siamo attratti da una persona tendiamo a trattenere lo sguardo più a lungo. Gli occhi rivelano quello che pensiamo e il nostro stato emozionale, infatti, se nascondiamo qualcosa abbiamo l’istinto di guardare altrove come se l’altro potesse leggere quello che non vogliamo.

Usiamo lo sguardo come linguaggio non verbale, anche e soprattutto come arma di seduzione per attirare l’attenzione verso di noi. Il contatto visivo è l’approccio che ci conferma o meno l’ok. Capiamo subito le intenzioni dell’altro, non a caso si dice che gli occhi sono lo specchio dell’anima.

Più intimo è il rapporto tra due persone maggiore sarà la durata del contatto visivo. Anche l’attrazione ha lo stesso effetto, non si può dire lo stesso per il soggetto timido che a volte viene confuso per una persona distaccata quando,invece, potrebbe essere talmente interessata da non riuscire a tenere il contatto visivo. Se ci troviamo davanti ad un individuo timido sarà più difficile entrare da subito in quel coinvolgimento emozionale che solo in contatto visivo può creare.

video