CORONAVIRUS:LA SCIENZA SUL GRUPPO SANGUIGNO

Le persone con il gruppo sanguigno 0 (zero) corrono meno rischi di contrarre il Covid-19 secondo uno studio cinese pubblicato sul sito di anteprime MedRxiv, e non ancora validato dalla comunità scientifica.

Tra i pazienti deceduti per coronavirus, il maggior numero aveva gruppo sanguigno A.

Un minor numero di decessi tra quelli di gruppo 0. La ricerca è stata svolta da un gruppo di scienziati dell’Università Meridionale della Scienza e della Tecnologia di Shenzhen, coordinati dal professor Peng George Wang, in collaborazione con l’Ospedale Renmin dell’Università di Wuhan, con la Scuola di Statistica della East China Normal University di Shanghai, con il Dipartimento per le malattie infettive presso l’Ospedale di Wuhan “Jinyintan” e con altri istituti.

I ricercatori, secondo quanto ha riportato Le Figaro, hanno preso in esame 2.173 pazienti contagiati dal coronavirus ricoverati in tre ospedali di Wuhan (la città cinese dove è cominciata la pandemia) e Shenzhen, e hanno comparato il loro gruppo sanguigno con quello delle persone non infettate dal virus. La conclusione è stata che il gruppo sanguigno A è associato a un rischio più elevato di contrarre il Covid-19 in rapporto agli altri gruppi sanguigni (A, B, AB) mentre il gruppo 0 (zero) è associato a un rischio inferiore.

Se il virus arriva da una persona con gruppo sanguigno A e B e se attraversa una persona del gruppo 0 incontrerà anticorpi anti A e anti B che lo vogliono neutralizzare per impedirgli di attaccarsi al recettore della cellula bersaglio. È quello che è stato mostrato per la Sars nel 2003. Dunque, le persone del gruppo sanguigno 0 sono in qualche modo vaccinate naturalmente per la presenza di anticorpi anti A e B, tranne che se venissero contagiate da una persona del gruppo 0.(LEGGI)

Uno studio che va approfondito per il contenimento dell’epidemia.

leggi anche NUOVA ONDATA DI CONTAGI?